La Regione ha deciso di abbattere l’Irap per aziende, commercianti, artigianiprofessionisti e lavoratori autonomi delle aree montane, per sostenere chi fa impresa o esercita una attività nell’Appennino emiliano-romagnolo. Sono circa 12mila i soggetti interessati, in 100 Comuni. Una misura operativa da subito e strutturale, grazie allo stanziamento di 36 milioni di euro per il triennio 20192021.

La legge nazionale non consente alla Regione di ridurre direttamente le aliquote dell’imposta, che quindi verrà rimborsata tramite il meccanismo del credito d’imposta e un bando, aperto dal 30 settembre e fino al 2 dicembre, attraverso il quale richiedere i contributi regionali.

Ecco cosa prevede il provvedimento della Regione:

  • fino a 1.000 € di Irap, rimborso pari al 100% del valore dell’imposta lorda dovuta nel 2017
  • oltre i 1.000 € e fino a 5mila, rimborso pari al 50% del valore dell’imposta lorda dovuta nel 2017
  • per le nuove imprese, insediate a partire dal 1^ gennaio 2018, esenzione totale fino ad un massimo di 3.000 € l’anno di imposta dovuta, per tre anni.

Il contributo riguarda i tre anni di competenza Irap 2019, 2020 e 2021. E’ assegnato tramite il meccanismo del credito d’imposta, in accordo con l’Agenzia delle Entrate.

Questo sito o gli strumenti di terzi utilizzati al suo interno sfruttano cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Cliccando ACCETTO e chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. RIFIUTO: Desidero maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi