OPERATIVITA’ IMMEDIATA PER LE P.M.I. DANNEGGIATE DALL’EMERGENZA SANITARIA “CORONAVIRUS

In tutta Italia, a seguito dell’entrata in vigore del D.L. n. 18 del 17.03.2020 cosiddetto “Cura Italia” e dell’Addendum all’Accordo ABI – Associazioni di impresa, è stata estesa, ai prestiti concessi fino al 31 gennaio 2020, la possibilità di chiedere la sospensione delle rate degli stessi, nonché, per le aziende in crisi di liquidità, la possibilità di chiedere finanziamenti a breve e m/l termine con garanzia dei Confidi e del Fondo Centrale di Garanzia statale. La moratoria è riferita ai finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese danneggiate dall’emergenza epidemiologica “COVID-19”.

La sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti, in toto o limitatamente alla sola quota capitale (per evitare segnalazioni consigliamo quest’ultima ipotesi) può essere chiesta fino a un anno, anche se alcuni istituti di credito le rilasciano, temporaneamente, per periodi più brevi eventualmente prolungabili. La sospensione è applicabile ai mutui e finanziamenti a medio lungo termine, ai finanziamenti a breve, nonché alle operazioni di leasing immobiliare o mobiliare.

Per le eventuali operazioni di “allungamento” dei mutui, il periodo massimo di estensione della scadenza del finanziamento può arrivare fino al 100% della durata residua dell’ammortamento.

I mutui e i finanziamenti – già in essere – garantiti dai confidi come la “Cooperativa di Garanzia dei Commercianti di Parma”, prevedono la conferma del prolungamento della garanzia alla banca, per un anno o per periodi minori, da parte del confidi stesso.

Per quanto riguarda invece la richiesta di nuovi finanziamenti per liquidità aziendale, con garanzia all’80% da parte della “Cooperativa di Garanzia dei Commercianti di Parma” e del “Fondo Centrale di Garanzia” statale, a cui si aggiungono i fondi messi a disposizione della Regione Emilia Romagna per l’abbattimento del tasso, gli stessi vanno valutati, di volta in volta, in base all’Istituito di Credito prescelto.

Invitiamo pertanto tutte le aziende associate a rivolgersi alla CONFESERCENTI di Parma sia per attivare immediatamente le moratorie sui finanziamenti in essere, che per richiedere nuovi finanziamenti agevolati per liquidità aziendale.

Stante l’emergenza sanitaria, la raccolta delle richieste di moratoria e la predisposizione delle pratiche di finanziamento riguardanti la Cooperativa di Garanzia ei Commercianti di Parma, dovrà essere effettuata tramite mail scrivendo a tizianotanzi@confesercentiparma.it

Il costo per la gestione delle pratiche di moratoria è quantificato, solo ed esclusivamente per le aziende associate, in Euro 50,00 + iva, mentre le commissioni di garanzia in favore della Cooperativa di Garanzia dei Commercianti di Parma verranno quantificate dalla stessa in base al periodo di prolungamento della garanzia richiesta.

Per eventuali chiarimenti e approfondimenti, potete contattare il responsabile del Servizio Credito di Confesercenti Parma – Sig. Tiziano Tanzi – possibilmente tramite mail all’indirizzo di cui sopra e, solo per urgenze, al n. 348.7119176.