Parma, 18 marzo 2020 – Prot.n. 586

Ai Sig.ri Sindaci dei Comuni della Provincia di Parma
PC
Al Presidente della Provincia Diego Rossi
Al Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini

 

Gentile Sindaco,

gli ultimi provvedimenti inerenti il contenimento del virus COVID-19 stanno creando impatti devastanti all’economia del nostro territorio, senza avere una certezza di quando questa situazione possa venirsi a modificare. Le nostre aziende denunciano cali di fatturato dal 50 al 100 percento in ogni settore e pertanto, se non supportate da provvedimenti straordinari, non avranno la capacità di reggere per molto tempo.

Le nostre confederazioni a livello nazionale stanno portando avanti una serie di richieste al Governo centrale e alle competenti Regioni. A livello territoriale però le vostre Amministrazioni possono intervenire in modo significativo a supporto della liquidità delle nostre aziende che nelle prossime settimane dovrà essere principalmente rivolta a garantire l’occupazione.

Per questo motivo, avanziamo richiesta di interventi straordinari rivolti a sterilizzare le imposte locali per un periodo di almeno sei mesi. In particolare l’intervento dovrà essere rivolto alle seguenti imposte: tassa dei rifiuti, imposte di pubblicità, Cosap e passi carrai, oltre a qualsiasi altra imposta locale che possa gravare sulle aziende.

Oltre al blocco della tassazione, si richiede sin da subito specifiche modalità di sostanziale riduzione della tassa dei rifiuti sulla base del reale calo di produzione degli stessi e una sostanziale riduzione del costo di occupazione del suolo pubblico con incentivazioni all’ampiamento delle superfici fino ad ora rilasciate e una semplificazione dell’iter burocratico.

Chiediamo uno sforzo ulteriore ai Comuni della nostra provincia attraverso l’aumento del finanziamento alla Cooperativa di garanzia fidi al fine di contro garantire le richieste di liquidità a tasso agevolato da parte delle imprese. Sarebbe opportuno che in questa occasione venga creata una modalità di coordinamento tra i vari comuni al fine di prevedere sugli interventi da noi richiesti un’azione coordinata e comune per non creare differenze territoriali. Siamo certi che vorrà, con urgenza, prendere in considerazione le proposte e fornirci positiva risposta.

Cordiali Saluti

 

La Direzione Ascom
Claudio Franchini

La direzione UPI
Cesare Azzali

La Direzione Confesercenti
Luca Vedrini Torricelli

La Direzione GIA
Maurizio Caprari

La Direzione Apla Confartigianato
Ivano Mangi

La Direzione Cna
Andrea Allodi

SCARICA LA LETTERA IN FORMATO PDF