L’obbligo di fatturazione elettronica (previsto inizialmente per il 1° luglio) verrà fatto slittare all’inizio del prossimo anno. Lo slittamento sarà inserito in un decreto legge che sarà varato dal prossimo Consiglio dei ministri (fonte Adnkronos). Con il rinvio, per carburanti e sub appalti Pa l’obbligo della fatturazione elettronica scatterà dal prossimo 1° gennaio 2019, quando, a meno di ripensamenti del governo, l’obbligo di fatturazione elettronica diventerà operativo per tutte le operazioni commerciali che comportano l’emissione di una fattura (sia B2B che B2C).

L’annuncio è arrivato al termine dell’incontro del ministro Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio con le tre federazioni dei gestori carburanti, Faib, Figisc e Fegica. in cui è stato confermato l’inserimento nel “Decreto Dignità” di una proroga, al primo gennaio 2019 dell’obbligo di entrata in vigore dell’emissione della fattura elettronica ai clienti che ne fanno richiesta.

“Siamo molto soddisfatti del dialogo costruttivo che si è instaurato con il ministro – ha affermato Martino Landi, presidente di Faib – che non riguarda solo questo tema, molto importante per noi, ma che va a toccare altre questioni centrali per il settore: come costo della moneta elettronica e dumping contrattuale. Un dialogo che ci coinvolge e che conferma che la nostra fiducia in una collaborazione costruttiva con il ministero era stata ben riposta”.

Cliccando "ACCETTO" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003)
RIFIUTO: Desidero maggiori informazioni (GDPR e Cookie)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi