La Commissione Bilancio del Senato ha approvato un nuovo rinvio, fino al 30 giugno 2019, dell’adeguamento delle norme antincendio da parte delle “attività ricettive turistico-alberghiere”, ossia gli hotel, con più di 25 posti letto.

Gli alberghi potranno avvalersi della nuova proroga solo se, entro il 1° dicembre 2018, consegneranno al comando provinciale dei Vigili del fuoco, la Scia parziale, attestante il rispetto di almeno quattro prescrizioni. Lo prevede un ‘sub’ emendamento a firma delle Autonomie.

Le prescrizioni riguardano la resistenza al fuoco delle strutture, reazione al fuoco dei materiali; compartimentazioni; corridoi; scale; ascensori e montacarichi; reazione al fuoco dei materiali; vie d’uscita ad uso esclusivo, con esclusione dei punti ove è prevista la reazione al fuoco; vie d’uscita a uso promiscuo, con esclusione dei punti dove è prevista la reazione ai fuoco di materiali; locali adibiti a deposito.

Un provvedimento che rispecchia le proposte che Assohotel aveva, proprio di recente, sottoposto al Comando Generale dei Vigili del Fuoco e ad alcuni parlamentari, sensibilizzati su questo tema.