FAIBCari amici,
torniamo sulla questione del versamento della quota parte dei gestori al Fondo Indennizzo- così come avevamo anticipato- per segnalare che nel frattempo il Ministro, come avete potuto seguire dal nostro sito e dalla nostra pagina facebook, ha firmato il decreto di rinnovo degli organi di gestione, ripristinando dunque le condizioni per l’operatività del Fondo.
Come sapete, i gestori sono chiamati a pagare la loro quota parte di finanziamento del Fondo entro il 30 Aprile 2014.( art 6 DM 19 aprile 2013)
Come già comunicato, i gestori che fanno capo ai retisti, in linea con il passato, dovranno provvedere a versare la loro quota. Ne è la riprova che Assopetroli ha già dato istruzioni ai propri gestori come da documento già inviatovi.
Per quanto riguarda le compagnie, vi abbiamo già ragguagliato sul fatto che il 15 aprile us Faib Fegica e Figisc hanno avuto un incontro con l’Unione Petrolifera per discutere della questione. L’Associazione dei petrolieri ci ha precisato che l’ accordo si riferiva alla vecchia gestione del fondo 1999/2000/2001 e, pertanto, la nuova disciplina del contributo va riportata all’interno dei tavoli industriali, compagnia per compagnia, in quanto in base alla normativa antitrust l’UP non interviene più nelle questioni di carattere economico tra compagnie e gestori.
Le compagnie, dal canto loro, sebbene non vi sia ancora un’ indicazione univoca, sembrerebbero intenzionate a non voler versare il contributo di quota parte dei gestori dei rispettivi marchi.

Alla luce delle nuove considerazioni appena svolte, dunque, la Faib nazionale riformula le proprie indicazioni e consiglia la corresponsione della quota parte pari a 0,0005 euro/litro .
Ai sensi dell’art. 6 del D.M. 19 aprile 2013, per l’annualità 2013 per il totale dei litri erogati, i gestori possono provvedere al pagamento del contributo per il rifinanziamento del Fondo in due tranche, la prima da effettuare entro il 30 aprile 2014, la seconda entro il 31 dicembre 2014, secondo le modalità indicate nel testo dell’articolo che alleghiamo.
Con riguardo alla causale del versamento il decreto non dà indicazioni specifiche, sarà pertanto sufficiente indicare che si tratta del pagamento del “ primo contributo per il rifinanziamento del Fondo per la razionalizzazione della rete di distribuzione dei carburanti, ai sensi dell’art. 6 del D.M. 19 aprile 2014”.

Il versamento va effettuato tramite bonifico bancario intestato a
Cassa Conguaglio GPL
Via Sicilia 50, 00187 Roma
Monte dei Paschi di Siena
Filiale di Roma, via del Corso 232
Iban IT 80 J 010030 03200 000005636791

Per completezza dell’informazione riconfermiamo che il mancato versamento non è sanzionato e può essere effettuato in ogni momento con il sovraccarico degli interessi legali maturati, ed in ogni caso è in corso la richiesta di Faib Fegica e Figisc di una proroga dei termini indicati.
Si conferma anche la facoltà per i gestori di delegare le società titolari di autorizzazione all’esecuzione del versamento dovuto, facoltà ribadita anche dal vigente DM 19 aprile 2013 (Contributi per i costi ambientali di ripristino dei luoghi a valere sul Fondo Indennizzi).

Qualora dovessero intervenire nuovi fattori vi terremo informati.

Questo sito o gli strumenti di terzi utilizzati al suo interno sfruttano cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Cliccando ACCETTO e chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. RIFIUTO: Desidero maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi