Sabato 19 ottobre 2013 durante le ore di mercato di Piazza Ghiaia l’Anva, Associazione Nazionale Venditori Ambulanti di Confesercenti Parma, farà volantinaggio per sensibilizzare e chiedere interventi contro la concorrenza sleale ormai dilagante di “mercati” tematici quali hobbysti, del vintage e del Forte, ai quali vengono riservati trattamenti diversi sia economici sia logistici. Gli ambulanti della Ghiaia, mercato storico di Parma, dopo 7 anni di cantiere e spostamenti a non finire, dicono basta e chiedono di essere ascoltati, di avere gli stessi trattamenti, di evitare concorrenza sleali e ricordano in particolar modo di rispettare le programmazioni degli eventi senza sovrapporre manifestazioni simili e vicine, e di avere un occhio di riguardo per gli ambulanti della città piuttosto che per mercati esteri o che vengono da fuori. Alcuni giorni fa il Presidente Anva Roberto Quintavalla, ha inviato all’Amministrazione Comunale e ai responsabili Progetto Ghiaia, una lettera in cui spiegava i motivi del malcontento generale degli Ambulanti. All’interno dell’articolo la lettare, che verrà inoltre distribuita domani durante le ore di mercato chiedendo un vostro approfondimento sulla questione.

Ancora una volta salta la programmazione delle iniziative del Comune di Parma per le feste di strada.
Domenica 13 ottobre u.s. ci sono state due manifestazioni in contemporanea, peraltro a poche centinaia di metri di distanza e una terza, pure se programmata, al Pablo.  
Abbiamo da alcuni anni avviato un tavolo per definire le feste e le iniziative con lo scopo di evitare le sovrapposizioni e la pianificazione di tutte le iniziative e nell’ultima seduta ci era stato garantito dai responsabili di Progetto Ghiaia che non ci sarebbe stato alcun mercato del Forte.
Non piu’ tardi di alcune settimane fa, di comune accordo,  abbiamo spostato una delle due iniziative, denominata i “Mercanti di Parma”, da molti anni autorizzata dal Comune, per evitare una sovrapposizione con altri organizzatori e chiedendo specificatamente che non ci fosse il Mercato del Forte.
Sembrava tutto a posto e invece in Piazza Ghiaia, storica piazza del mercato parmigiano, compare come dal nulla, il mercato della citta’ toscana.
Ma c’e’ di piu’! Agli operatori ambulanti nostrani e’ sempre stato vietato l’uso dell’automezzo mentre agli operatori toscani ovviamente e’ stato concesso. In questo caso il detto due pesi e due misure e’ piu’ che azzeccato. Infatti, per loro i problemi di portata la piazza non li ha piu’? i loro furgoni pesano meno dei nostri? La piazza con i furgoni dell mercato toscano non sfonda piu’? Suvvia, siamo seri. In che paese siamo?
I nostri operatori pagano la Cosap piu’ cara d’Italia alla quale e’ stata anche applicata in modo arbitrario l’IVA e sulla stessa piazza il giorno dopo allo storico mercato di Parma del sabato, viene fatto quello  di Forte dei Marmi?
Come ANVA Confesercenti non tolleremo piu’ queste cose. E’ ora di dire basta. Basta con tutto cio’ che non e’ in regola. Basta con l’improvvisazione. Basta anche con tutti quei mercati abusivi che si fanno in Piazza Ghiaia. Fuori tutto cio’ che e’ abusivo.
Gli ambulanti sono stanchi di subire ogni cosa e di stare zitti. Il nostro mercato ha piu’ di 100 anni di storia ed e’ ora di difenderlo e di migliorarlo, non di depauperarlo in continuazione. Abbiamo subito anche noi 7 anni di cantiere e spostamenti a non finire.

 Abbiamo anche chiesto, per gli ultimi due sabati di Dicembre, di prolungare il mercato fino a sera ma la risposta e’ stata negativa.  Invece di consentire di fare mercato a chi tutte le settimane e’ sulla piazza si cerchera’ un bel mercato estero o di chissà quale paese, nonostante al sabato la piazza sia nella disponibilità del Comune.
Auspicando quindi un vostro intervento, siamo a completa disposizione per ogni approfondimento.
 Con l’occasione siamo a porgere i nostri piu’ Cordiali Saluti

Roberto Quintavalla

Presidente Anva Confesercenti Parma

 

Questo sito o gli strumenti di terzi utilizzati al suo interno sfruttano cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Cliccando ACCETTO e chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. RIFIUTO: Desidero maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi