Il commercio al dettaglio fugge dai negozi: nei primi 8 mesi del 2013 2000 nuove imprese su aree pubbliche ma 14.000 esercizi in sede fissa in meno. Identikit degli imprenditori: la maggior parte delle nuove imprese sono giovanili; ma donne e giovani guidano anche la classifica delle cessazioni. Si accorcia la vita delle imprese: nel 2013 sparito il 36,9% degli esercizi che hanno avviato l’attivita’ nel 2009

La crisi non allenta la sua presa sul commercio: nonostante la presenza di segnali di miglioramento rispetto al 2012, l’estate 2013 segna l’ennesimo momento nero del settore. Secondo le rilevazioni dell’Osservatorio Confesercenti, tra luglio e agosto hanno aperto 2.656 nuove imprese commerciali in sede fissa e hanno cessato l’attività 5.574, per un saldo negativo di  2.918 unità.

All’interno i documenti completi dell’osservatorio Confesercenti

SCARICA IL DOCUMENTO COMPLETO DELL’OSSERVATORIO RELATIVO AL IV BIMESTRE 2013

SCARICA LE TABELLE DELL’OSSERVATORIO RELATIVO AL IV BIMESTRE 2013

Questo sito o gli strumenti di terzi utilizzati al suo interno sfruttano cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Cliccando ACCETTO e chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. RIFIUTO: Desidero maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi